L’attività integrativa e caratterizzante dell’indirizzo in per la Società dell’Informazione offre un percorso di formazione di eccellenza che arricchisce e completa il tradizionale piano di studio degli studenti dei corsi di laurea triennale e di laurea magistrale in ambito ICT della Scuola Politecnica e di ICT, Matematica e Fisica della Scuola di Scienze MFN mirata a sviluppare negli Allievi competenze in ambito gestionale e in ambito tecnico-scientifico con un forte orientamento all’innovazione e alla multidisciplinarietà unitamente a esperienze internazionali e contatti diretti con le aziende.

La partecipazione all’attività integrativa e caratterizzante dell’indirizzo STSI è obbligatoria per gli Allievi dell’indirizzo e aperta agli Allievi degli altri Indirizzi. Un numero limitato di posti è disponibile su prenotazione per persone interessate esterne alla Scuola Superiore IANUA-ISSUGE.

L’attività integrativa e caratterizzante dell’indirizzo STSI nel biennio del Percorso di Primo Livello è organizzata nei seguenti moduli didattici (quattro per anno) che si tengono di norma durante il secondo semestre dei corsi accademici ordinari:

L’avvento delle nanotecnologie ha radicalmente mutato le prospettive di sviluppo di innumerevoli campi di applicazione in ambito ICT. In particolare, oltre alla miniaturizzazione dei dispositivi, le nanotecnologie permettono l’introduzione di nuovi paradigmi o l’ingegnerizzazione a livello atomico delle proprietà funzionali dei materiali, creando di fatto materiali ottimizzati per uno specifico scopo. Il corso si propone di introdurre aspetti generali sulle nanotecnologie applicate allo sviluppo di nuovi materiali o alla realizzazione di nuovi dispositivi che possono portare enormi sviluppi in diversi campi di applicazione quali sono l’elettronica, la medicina e l’energia. Per quanto riguarda la preparazione dei materiali, saranno affrontate sia tecniche di produzione di nanoparticelle sia tecniche di ingegnerizzazione dei materiali alla nanoscala. Partendo dai limiti fisici per il funzionamento di attuali dispositivi elettronici o energetici, si illustrerà come l’avvento delle nanotecnologie possa risultare decisivo garantire un miglioramento delle performances. Casi di studio affrontati saranno tra gli altri i materiali termoelettrici e i dispositivi elettronici basati su materiali bidimensionali. Due esempi paradigmatici di campi di applicazione in cui i limiti delle attuali tecnologie non possono essere superati se non grazie al pesante utilizzo delle nanotecnologie.

Responsabile: Prof. Daniele Marrè
Dipartimento di afferenza: DIFI/DITEN
Settore Scientifico Disciplinare: FIS/03

Programma:
1. Mathematical models for the cardiovascular system
Cardiovascular diseases represent one of the leading causes of death in Western Countries. Mathematical models and appropriate numerical strategies can be devised to allow for the analysis of physiological and pathological conditions and the shape optimization of assisted devices or surgical prostheses. This lecture series will address some of these issues and applications.
2. Matematica nelle malattie neurodegenerative
3. Cancer modeling

Responsabile: Prof. Michele Piana
Dipartimento di afferenza: DIMA
Settore Scientifico Disciplinare: MAT/08

Programma:
I Lezione: Diritto dei contratti: profili generali, tipologie e principali modelli
Nozione ed elementi costitutivi. Il contenuto del contratto. Le invalidità e i rimedi. Classificazioni dei contratti. Principali modelli contrattuali
II Lezione: Diritto dei contratti internazionali
Pluralità di ordinamenti giuridici e disciplina dei contratti «internazionali». La disciplina internazionale uniforme di alcune tipologie contrattuali. Legge applicabile ai contratti «internazionali». Contratti «internazionali» e giudice competente. La dimensione «europea» (lo spazio giudiziario europeo: verso un diritto europeo dei contratti?).
III Lezione: Diritto dell’impresa e diritto societario
L’imprenditore e l’imprenditore commerciale. I modelli societari (in particolare: le società di capitali). La costituzione, lo scioglimento e la liquidazione della s.p.a. Gli organi della s.p.a. (in particolare: l’assemblea, gli amministratori, il collegio sindacale). Il capitale e le sue vicende (in particolare: i conferimenti, le azioni, le operazioni).

Responsabile: Prof. Lorenzo S. di Pepe
Dipartimento di afferenza: Dip.to Giurisprudenza/DITEN
Settore Scientifico Disciplinare: IUS/13

Programma:
I Lezione:  Concetti alla base della progettazione dell’organizzazione
a.      Definizione di impresa
b.      I modelli organizzativi
II Lezione: Interfunzionalità e lavoro in team
a.      Sistemi gestionali e meccanismi operativi
b.      Il gruppo di lavoro
c.      Logica per processi (qui inserisco un’esercitazione che serve per la valutazione finale degli allievi)
III Lezione:
Parte I: Organizzazione e ICT
a.      Scenario dell’ICT e nuove tipologie di imprese
b.      Impatto dell’ICT sui sistemi organizzativi
c.      Come si modifica l’organizzazione con gli ERP
Parte II: Caso di studio – Ansaldo-STS
Presentazione dell’azienda Ansaldo -STS; i presupposti strategici dell’evoluzione organizzativa; la gestione di un progetto di cambiamento organizzativo; monitoraggio della transizione e valutazione circa il raggiungimento degli obiettivi di cambiamento.

Responsabile: Prof. ssa Teresina Torre
Dipartimento di afferenza: Economia/DITEN
Settore Scientifico Disciplinare: SECS-P/10

Docenti: Alessandro Molle – CNR-MDM Agrate Brianza; Paolo Milani – Università degli studi di Milano, THETIS spa, WISE srl; Luca Pellegrino – CNR-SPIN; Modulo energia docente da confermare
Obiettivi Formativi: L’avvento delle nanotecnologie ha radicalmente mutato le prospettive di sviluppo di innumerevoli campi di applicazione in ambito ICT. In particolare, oltre alla miniaturizzazione dei dispositivi, le nanotecnologie permettono l’introduzione di nuovi paradigmi o l’ingegnerizzazione a livello atomico delle proprietà funzionali dei materiali creando di fatto materiali ottimizzati per uno specifico scopo.
Nel corso saranno introdotti aspetti generali sulle nanotecnologie applicate allo sviluppo di nuovi materiali e nuovi dispositivi e saranno analizzate specifiche ricadute nei campi dell’elettronica e della sensoristica. Saranno inoltre discussi recenti sviluppi nel campo dell’energia.
Contenuti: il modulo si sviluppa su 3 cicli di lezioni/seminari da 4 ore ciascuno. Il programma tentativo è il seguente:
– primo blocco: 1h introduzione generale – 3h nanomateriali e nanotecnologie per l’elettronica del futuro
– secondo blocco: 1h approcci bottom up e top down – 3h nomateriali per applicazioni biomediche
– terzo blocco: 1h tecniche di caratterizzazione alla nanoscala- 3h impatto delle nanotecnologie in ambito energia

Responsabile: Prof. ssa Daniele Marrè
Dipartimento di afferenza: DIFI
Settore Scientifico Disciplinare: FIS/03

Lo scopo principale del modulo è familiarizzare gli studenti con il concetto di satellite e di missione spaziale, dalla formulazione della prima idea alla realizzazione del satellite e allo sfruttamento dello stesso in fase operativa.
A tal fine si forniranno informazioni sulla posizione della terra all’interno del sistema solare, una descrizione del campo geomagnetico e della sua struttura, spiegazioni sull’interazione del campo geomagnetico con il vento solare, le tempeste solari e i metodi di protezione contro la radiazione spaziale. Si passerà poi all’introduzione del metodo di progettazione, ai sistemi di trade-off, alla struttura essenziale di un satellite ed alla gestione delle risorse umane, tecniche e finanziarie nel corso dello sviluppo di una missione spaziale. Si tratteranno anche concetti di analisi di rischio.
In riferimento ai sistemi di telecomunicazione da terra, si tratterà la scelta del tipo di telecomunicazioni, posizionamento longitudinale e latitudinale, nonché la scelta delle frequenze di comunicazione. Si forniranno i concetti di base del sistema di telecomunicazione di un satellite.
Si forniranno informazioni sulle tecniche di gestione di una missione umana alla stazione spaziale. Si entrerà quindi nel dettaglio dei sottosistemi principali di un satellite. Si tratteranno le tecniche di produzione e gestione della potenza elettrica, i principi di base della propulsione ed i differenti motori che si utilizzano per il lancio, stabilizzazione e propulsione di un satellite. Si forniranno cenni sui sistemi di guida di un satellite e sul controllo termico dello stesso.

Responsabile: Prof. Flavio Gatti
Dipartimento di afferenza: DIFI
Settore Scientifico Disciplinare: FIS/05

L’obiettivo del presente modulo è quello di identificare contenuti e strumenti del management. Alcuni aspetti verranno approfonditi, ovvero la gestione strategica, il collegamento tra la strategia aziendale e la strutturazione dell’organizzazione e dei processi aziendali, nonché la redazione del business plan.
In particolare, verrà trattata la gestione aziendale, approfondendo il concetto di strategia aziendale e la connessione con l’organizzazione, considerando che il processo di attuazione delle decisioni strategiche comporta anche la definizione della struttura organizzativa aziendale. Fornirà infine una visione strategica della gestione delle attività e dei processi aziendali, illustrando anche le principali tecniche di modellazione dei processi (marketing, planning, vendita, delivery, customer care).
Si darà inoltre spazio al tema del monitoraggio delle strategie e delle modalità presenti in aziende per verificarne la corretta applicazione; la Balanced Scorecard verrà illustrata come uno degli strumenti più evoluti che consente di definire obiettivi, misure e target aziendali e quindi per strutturare un efficiente ed efficace controllo strategico.
Infine, il modulo si focalizzerà sulla redazione del business plan, che supporta il processo di valutazione e attuazione della business idea, evidenziandone gli aspetti di rischio patrimoniale, di convenienza economica e di esigenza finanziaria. La presentazione di casi aziendali sarà funzionale a fare comprendere le fasi e le logiche di redazione del business plan.

Responsabile: Prof.ssa Lara Penco
Dipartimento di afferenza: Economia/DITEN
Settore Scientifico Disciplinare: SECS-P/07

L’innovazione è un fattore determinante del successo di ogni organizzazione, con ricadute significative in ambito economico e sociale. Il modulo intende coprire i temi dell’innovazione con particolare riguardo alla sua natura e alle sue dinamiche, alla formulazione di strategie per favorire la sua adozione e infine agli strumenti necessari per la sua organizzazione, tutela e valorizzazione economica.
L’obiettivo del modulo è mostrare come l’innovazione venga realizzata da piccole e grandi imprese, enfatizzando le somiglianze e le differenze ma soprattutto le complementarità. L’obiettivo è descrivere il contributo all’innovazione delle imprese, indipendentemente dalla loro dimensione e come, negli ultimi anni, l’impatto della tecnologia (e della globalizzazione) sia stato dirompente, sia in termini di nuovi prodotti, nuovi processi e nuovi modelli di business.
Il modulo ha anche l’obiettivo di mostrare come l’attore pubblico, a livello locale, nazionale ed europeo, possa contribuire alla realizzazione di innovazioni, attraverso politiche di sostegno e finanziamento.
Il tema verrà trattato sia attraverso una lente teorica che pratica, attraverso il riferimento a molti casi reali. Verrà fatto riferimento al legame tra innovazione ed internazionalizzazione, enfatizzando come i due fenomeni siano spesso legati. Lo studente acquisterà familiarità con termini quali innovazione aperta, frugal innovation, industria 4.0,  Horizon 2020 etc.

Responsabile: Prof. ssa Stefania Testa
Dipartimento di afferenza: DIME
Settore Scientifico Disciplinare: ING-IND/35